Movimento, il più efficace antistress

Ansia, stress, paura, irritabilità: emozioni che la situazione di pandemia ha inevitabilmente accentuato per tutti – anche se magari in misura diversa, a seconda delle caratteristiche e della personalità di ciascuno – e che finiscono per ripercuotersi negativamente sul nostro benessere fisico, oltre che su quello mentale.

È comprovato che uno stato di tensione cronica, a lungo andare, rende i muscoli tesi e rigidi: sì, perché il corpo accumula giorno per giorno energia negativa che non riesce a liberare, fino a portare ad uno stato di squilibrio sempre più pericoloso, che arriva a coinvolgere tutti gli ambiti del nostro benessere.

Se in alcuni casi è indispensabile il supporto di uno specialista, in molte situazioni possiamo mettere in atto, in tutta autonomia, strategie efficaci per controllare o ridurre le sensazioni negative. Prima tra tutte, l’attività fisica, riconosciuta in modo ormai indiscusso come un vero e proprio ansiolitico naturale.

Il perché non è difficile da capire: il movimento consente di “scaricarsi”, di svuotare la mente da preoccupazioni e ansie e al tempo stesso stimola la produzione a livello cerebrale di endorfine (sostanze che alleviano fatica e dolore, regalando una piacevole sensazione di energia).

Ecco perché ritagliarsi in ogni giornata uno spazio – anche breve  – destinato all’esercizio fisico dovrebbe essere un imperativo per ciascuno di noi: e non si tratta necessariamente di praticare uno sport… basta anche una passeggiata al giorno (ideale farlo nella natura, che è in grado di generare armonia tra mente e corpo).

Ezio Costa

Per approfondire, ecco un estratto di Alberto Pellai, Medico, Psicoterapeuta e Ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell’Università degli Studi di Milano.

Share on facebook
Facebook
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter
Share on email
Email